venerdì 11 novembre 2011

BASILEA - Il Reno



Il fiume Reno è lungo 1252 km.  

Il Reno si forma in territorio svizzero, nel cantone dei Grigioni, dalla confluenza di due rami , il Reno Anteriore (Vorderrhein, lunghezza 68 km) e il Reno Posteriore (Hinterrhein, lunghezza 57 km), che nascono rispettivamente dai massicci del San Gottardo e dell'Adula. La confluenza avviene a valle di Reichenau, alcuni km prima di Coira.Il fiume forma buona parte del confine tra la Svizzera e il Liechtenstein e una parte di quello tra la Svizzera e l'Austria, finché si immette nel settore sudorientale del Bodensee nei pressi di Rheineck. Ne esce dal suo prolungamento più occidentale, l'Untersee, assumendo una direzione orientata a ovest fino a Basilea. In questo tratto del suo corso, in gran parte lungo il confine tra la Germania e la Svizzera, bagna Sciaffusa, a valle della quale forma le famose cascate (Rheinfalle), tra le più impressionanti d'Europa.   Successivamente riceve le acque del fiume Aar, che ne raddoppiano la portata. Il Reno segna il confine tra Svizzera e Germania, prima di svoltare a Nord con delle anse (Rheinknie) presso Basilea. Il fiume prosegue, segnando il confine tra Francia e Germania, prima di entrare in territorio tedesco, vicino a Karlsruhe.  Entra poi nei Paesi Bassi, dove riceve le acque della Mosa. Infine sbocca nel mare del Nord, dividendosi in vari rami.
Il Reno Posteriore, in un tratto,  scorre lungo la Viamala. Questa mitica gola, ampia solo pochi metri, si trova fra Thusis e Andeer ed è fiancheggiata da rocce alte fino a 300 metri. Nonostante sia angusta, nonostante la minaccia di caduta di pietre e di acque pericolose, la gola costituiva già prima della nascita di Cristo il miglior accesso ai passi alpini dello Spluga e di San Bernardino. Un particolare testimoniato da antichi luoghi di culto, chiese, vecchi ponti e castelli.
 
L'abbazia benedettina di Rheinau si trova su di un isolotto nel Reno. Fu fondata dal monaco irlandese Fintan nell'anno 844. Fu potente nel medioevo, più volte distrutta e ricostruita. La chiesa, in origine basilica romanica a tre navate, fu ricostruita nel 1704-11 da Franz Beer: ha la facciata chiusa da torri gotiche, di cui quella di sinistra è originale, mentre quella di destra è una copia del ‘700. L’interno è un capolavoro del barocco nello stile del Voralberg: navata unica a rilevati contrafforti interni, a cui si addossano gli altari, volte a cupola ribassate. Gli splendidi stucchi bianchi sono di Franz Schmurzer, mentre gli affreschi sono del pittore ticinese Francesco Antonio Giorgioli.  
 
 
Il Reno attraversa Basilea: sei ponti collegano le due rive. La città è situata in una grande ansa del fiume che la divide in due parti: Grossbasel ("Grande Basilea") sulla riva sinistra e Kleinbasel ("Piccola Basilea") sulla riva destra.






Kleinbasel è la parte della città oltre il Reno. Si intravvedono i grattacieli della città moderna







La cattedrale di Basilea è vicina al Reno e dalle sue finestre si vede il fiume.



Ulteriori informazioni sono disponibili su Wikipedia.

 
 
 
 
 


Foto tratta da Wikipedia


La confluenza del Vorderrhein e del Hinterhein, presso Reichenau. 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 Le cascate di Sciaffusa
 
 
 
Il lago di Costanza (Bodensee)
 
 
 
 
 
 
Su un isolotto nell'ansa del Reno si trova l'abbazia Benedettina
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Vedre anche:
 
IL LAGO DEI QUATTRO CANTONI
 
 
LUGANO - UNA META IDEALE PER LE VACANZE
 
 
IL LAGO DI LUGANO - PANORAMA