giovedì 17 agosto 2017

FRANCOFORTE SUL MENO - SEDE DELLA BCE e prima CITTA' DELLA ELEZIONE IMPERIALE





DESCRIZIONE

DUOMO IMPERIALE DI SAN BARTOLOMEO


Il Duomo Imperiale di San Bartolomeo, il più grande edificio religioso della città,
è una delle cose assolutamente da visitare la Francoforte. Fu ricostruito dopo la guerra. Un duomo nel senso di chiesa del vescovo non è mai stato, ma porta il nome di "imperiale" con buon diritto perché qui avveniva la elezione e la incoronazione degli imperatori. Nella Bolla d'Oro del 1356 venne indicata Francoforte come luogo delle scelta degli imperatori del Sacro Romano Impero. Dal 1562 al 1792 furono incoronati 10 imperatori a Francoforte.  Gli abitanti di Francoforte erano in maggioranza luterani, ma lasciarono il Duomo alla antica fede, in modo che qui potessero essere eletti e incoronati gli imperatori della dinastia degli Asburgo. 

La costruzione risale al settimo secolo, ma l'edificio attuale in stile gotico fu iniziato nel tredicesimo secolo ed era la quinta chiesa costruita nel luogo. A partire dal 1315 fu eretto il nuovo Coro.


Nell'interno, di aspetto e proporzioni non comuni, le tre navate a sala sono eccezionalmente brevi, mentre il transetto è assai ampio e lungo il doppio del coro; ciò permetteva di contenere i dignitari che assistevano alla incoronazione; sotto la crociera, voltata nel 1409 da M. Gerthener, si trovava infatti l'altare, davanti al quale ricevettero la corona  reale e imperiale 23 sovrani, dal Barbarossa a Massimiliano II (1152  - 1562) e successivamente la maggior parte degli imperatori.

La Cappella della Elezione o Cappella della Adorazione (Wahlkapelle o Anbetungskapelle) si presenta sorprendentemente semplice. Essa si raggiunge tramite una piccola porta a destra del Coro. In tale Cappella si trova oggi un Trittico della Passione del XIII secolo. Qui si riunivano solo i Principi Elettori (Kurfuersten), dopo una consultazione nel Roemer, per l'elezione del Re o Imperatore. Ad essa erano ammessi i tre Arcivescovi di Magonza, Colonia e Treviri e quattro signori modani: il Re di Boemia, il Duca di Sassonia e il Margravio del Brandeburgo.    




Contro il muro della torre, gruppo della Crocefissione, di H. Backhoffen (1500).  

EDIFICI CARATTERISTICI


Roemerberg - Questa piazza è sempre stata il centro della città, lo scenario delle cerimonie di incoronazione, la sede della fiera di quaresima. Ricostruita in parte dopo la guerra, essa ha perso ogni fascino. Al centro c'è una copia della Gerechtigkeitsbrunnen  (fontana della Giustizia) del 1611: durante la cerimonia della incoronazione, la fontana gettava vino rosso e bianco. A sud si trova la piccola Nikolaikirche (evangelica), rifatta nel 1467 da B. von Scopfheim e ornata di gallerie e torricine. L'interno presenta due navate asimmetriche:  a destra l'epitaffio policromo di Suiegfried zum Paradies (m. 1386), capolavoro di Madern; accanto, epitaffio della seconda moglie di Siegfried, Katharina zum Wedel.

Il Roemer è il municipio della città. Si compone di tre edifici: al centro la casa "Zum Roemer" del 1322; a sinistra, l'Alt Limpurg del 1495; a destra, il Loewenstein del 1596, ricostruito dopo la guerra.  Essi formano con gli alti frontoni a gradoni, le severe finestre e la balconata centrale, un quadro assai pittoresco; le quattro statue di imperatori sono dell'Ottocento. All'interno il Kaisersaal con statue di 93 imperatori.  


La Saalhof - con la Rententurm, antico posto doganale, sul lato occidentale - è il più antico edificio conservato della città vecchia. Le sue origini risalgono al dodicesimo secolo. L'edificio non conserva di antico che una poderosa torre del XV secolo e la Cappella Palatina del 1175.






UN POCO DI STORIA

Nel 1355, papa Innocenzo IV (Stefano Aubert, francese) incoronò imperatore del Sacro Romano Impero il re di Boemia Carlo IV della casa di Lussemburgo. Il nuovo imperatore riteneva tuttavia che tale dignità gli fosse dovuta per diritto dinastico e non riconosceva il diritto papale di sancire la investitura dell'imperatore.  


La Bolla d'Oro è un editto approvato dalla Dieta di Norimberga ed emanato da Carlo IV, il quale stabilisce formalmente la procedura per la elezione dell'imperatore, fino ad allora regolata dalla consuetudine. 

La Bolla d'Oro stabiliva che la elezione dell'Imperatore fosse demandata ad un collegio di sette membri, quattro laici e tre ecclesiastici senza nessuna interferenza papale. I quattro membri laici erano il Re di Boemia, il Duca di Sassonia, il Margravio del Brandeburgo e il Conte del Palatinato. I tre membri ecclesiastici erano gli Arcivescovi di Colonia, Magonza, Treviri. L'elezione fu trasferita da Roma in Germania ed affidata ai tre Grandi Elettori ecclesiastici. Tale metodo di elezione, rimase in vigore fino al 1806, anno in cui il Sacro Romano Impero si sciolse.
















IMMAGINI







IL GRATTACIELO DELLA BCE
























Si annuncia tempesta sulle rive del Meno: Speriamo solo metereologica!



IL DUOMO (KAISERDOM DI SAN BARTOLOMEO)











































Annenaltar





DIE WAHLKAPELLE (dove si svolgeva la elezione imperiale)


ROEMER




ROEMERBERG




















CHIESA DI SAN NICOLA



















LA CHIESA DI SAN PAOLO





















SAALHOF e RENTENTURM





























ESCHENHEIMER TOR













IL FIUME MENO




Si vede la sommità della Main Tower, mentre la parte inferiore è nascosta.

















LA CASA DI GOETHE





La abitazione della famiglia Goethe fino al 1795






La casa di Goethe nel 1900





La "stanza azzurra"




La camera del poeta 



CHIESA DEI RE MAGI





















HAUPTWACHE









HAUPTBAHNHOF







Vicino alla stazione c'è la zona a luci rosse!




LA SKYLINE DI FRANCOFORTE















La Main Tower




Le torri gemelle della Deutsche Bank





























STEINERNES HAUS





HOTEL HILTON CITY CENTER


















KATHARINENKIRCHE















IMMAGINI DEL 1860











UN PRANZO







UN BUON PRANZO















Un luogo in cui rifugiarsi, quando scroscia la pioggia. Trattoria caratteristica e non cara. Ma i secondi offrono poca carne e tante patatine fritte!"






Solo nelle catene americane si può avere una buona carne ai ferri!











Vedere anche: