domenica 8 gennaio 2012

SANTORINI - La animata città di Fira (Thira)


Fira (o Thira) che guarda sull'isola di Néa Kaméni e sulla caldera, è il capoluogo dell'isola. Fu fondata alla fine del XVIII secolo, quando gli isolani si trasferirono dalla cittadella veneziana di Skiros, vicino all'attuale Imerovigli, in cima alle scogliere, per un più facile accesso al mare.

Devastata da un terremoto nel 1956, Fira è stata ricostruita a terrazze sulle scogliere vulcaniche con chiese a cupola e case-grotta dal tetto con la volta a botte. Le terrazze sono piene di alberghi, bar e ristoranti lungo il bordo della caldera; il panorama è magnifico, specie al tramonto. Il minuscolo porto di Skala Firon è situato 270 metri sotto Fira, collegato da una funivia e da una ripida salita.

Buona parte di Fira è zona pedonale, con tortuosi vicoli in acciottolato. La strada più spettacolare, Agiou Minà porta a sud, lungo il margine della caldera, alla chiesa del XVIII secolo di Agios Mina con la caratteristica cupola blu e la torre bianca, diventata simbolo di Santorini.



Il centro è pieno di animazione, di bar e ristoranti.
 
















































La Nèa Kamèni vista da Fira.











La mulattiera dal porto vecchio a Fira



I muli








Lo strapiombo visto da Fira



Una caratteristica chiesa nella campagna circostante

























Vedere anche:


LA SPIAGGIA DI KAMARI

http://johncristiani.blogspot.com/2011/12/santorini-la-spiaggia-di-kamari.html