martedì 6 giugno 2017

CROCIERA DA COSTANZA A MEERSDBUR E UBERLINGEN E RITORNO VIA MAINAU



DESCRIZIONE

COSTANZA



Costanza (70000 abitanti; 407 metri ) è una storica città di confine con la Svizzera, in bella posizione sulla riva occidentale del lago omonimo, nel punto dove ne esce il Reno; è una rinomata stazione climatica, un importante porto, un centro industriale e la sede di una Università.

Costanza fu fondata da Costanzo Cloro nel III d.C. come posto militare di confine. Nel medioevo fu città imperiale e il suo nome ricorre più volte nella storia.  Nel 1183, fu firmata a Costanza la pace tra l'imperatore Federico Barbarossa e i Comuni dell'Italia Settentrionale (la Lega Lombarda), che ottennero il parziale riconoscimento della loro autonomia.

Però, l'evento, per cui la città è famosa, è il Concilio che si tenne dal 1414 al 1418. Fu convocato da  Sigismondo di Lussemburgo, re di Ungheria, incoronato Re dei Romani ,  per mettere fine allo Scisma d'Occidente. Infatti, in quel tempo, c'erano addirittura 3 papi.

Nel 1415 fu approvato un testo di cinque articoli, redatto dal Cardinale Zabarella, che sanciva la superiorità del Concilio sul Papa. L'11 novembre 1417 fu eletto papa, con il nome di Martino V, il cardinale Oddo Colonna.

Il 6 luglio 1415, nel Duomo di Costanza, il riformatore boemo Jan Hus fu giudicato colpevole di eresia dal Concilio. Avendo egli rifiutato di abiurare, fu bruciato. I suoi resti furono gettati nel Reno.

MEERSBURG


Nel  VII secolo, il re merovingio Dagoberto I fece costruire il castello fortificato dal possente mastio  centrale che porta il suo nome. Al re merovingio seguirono i carolingi, i guelfi, gli svevi e infine, nel 1268, i vescovi di Costanza che usarono il castello come residenza estiva. Fuggiti da Costanza in seguito alla Riforma del 1526, si stabilirono dentro le sue mura fino al 1750, quando si trasferirono nella nuova residenza barocca. Nel corso della secolarizzazione, il castello passò nel 1803 allo stato del Baden. Dopo la morte di Lassbergs, il castello venne amministrato dalle figlie, che, nel 1877, lo vendettero a Karl Ritter Mayer von Mayersfeld di Monaco di Baviera, un collezionista appassionato di araldica. Per il trasloco, pare ci siano voluti 40 vagoni merci. La raccolta di oggetti antichi, armature, stendardi, armi e dipinti, esposti nelle sale del castello, appartengono alla sua collezione.  
Il museo, iniziato nel 1878 dal padrone di casa e ampliato nel corso degli anni, offre uno scorcio inusuale della vita medioevale. Si possono pure visitare lo studio della poetessa e la stanza in cui morì.

Stupenda è la vista dal mastio centrale.  Nei piani della torre si trovano una cella carceraria dei primi dell'Ottocento, la camera del tesoro e quella delle torture. Meersburg è divisa in Oberstadt (città alta)  e Untestadt (città bassa). Nella parte bassa, in riva al lago, vivevano un tempo pescatori e barcaioli. Nella Gredhaus, un edificio del 1505, direttamente all'imbarcadero, si conservavano la farina e il sale. Oggi vi si possono comprare i biglietti per i battelli. Oltre la strada, una scalinata, la Rieschentreppe, conduce ad un punto panoramico. 

UBERLINGEN


Nel 1350 si iniziò a costruire il Nikolaus-Muenster. Il campanile settentrionale fu ultimato in poco tempo (la sua altezza attuale raggiunge i 78 metri e la guglia appuntita risale al 1576). Poi venne la volta del campanile meridionale, ma nel 1420, per motivi sconosciuti, i lavori furono interrotti. Si dotò la torre incompleta di una campana di quasi 9 tonnellate e di un tetto a padiglione. Probabilmente, si preferì investire il denaro nella nuova cattedrale: una chiesa a sala con cinque navate, sorrette da slanciati pilastri, e nell'arredo di queste. Nel 1493 si aggiunsero al fianco meridionale una cappella tardo-gotica. Successivamente si commissionò al famoso intagliatore Joerg Zuern un altare in legno di tiglio dell'altezza di 10 metri. L'artista lavorò per quasi tre anni alla sua realizzazione, aiutato dal padre e dai due fratelli. L'altare è costituito da 23 figure di grandezza naturale e da altre 50 più piccole; ha come tema l'Adorazione dei pastori e la Adorazione della Vergine. Venne consacrato nel 1616 come "altare della Natività".




L'ISOLA DI MAINAU



Su questa isola maturano le banane, le arance risplendono tra le foglie scure degli alberi e le palme ondeggiano al vento: Mainau è un paradiso tropicale sul lago di Costanza. Le alture del Bodanrueck la riparano dai venti e il lago influisce in modo positivo sul clima. 



Le costruzioni più interessanti dell'isola sono dovute all'Ordine Teutonico. L'architetto dell'Ordine, Giovanni Gaspare realizzò diversi edifici. Tra il 1734 e il 1739 costruì la chiesa di S. Maria, un edificio in arenaria rossa, con una navata luminosa dagli angoli arrotondati e due matronei nel coro.




IMMAGINI

PARTENZA DA COSTANZA

















MEERSBURG





















Sulla destra lo Staatsweingut e l'ex seminario












Dagobertturm



UBERLINGEN




I campanili (assai diversi!) del  Nikolaus Muenster



L'altare della Natività, realizzato dalla famiglia Zuern





I pittoreschi vicoli del centro






La Gred-House era un tempo edificio pubblico e granaio.













Schloss Spetzgart

ISOLA DI MAINAU




































Bodensee e isola di Lindau












UBICAZIONE



















Vedere anche: