martedì 14 agosto 2012

CRETA - LA FORTEZZA DI GRAMVOUSA E LA LAGUNA DI BALOS


La fortezza di Imeri Gramvousa fu costruita nel 1579 per difendere Creta dagli assalti dei Turchi Ottomani. Il forte rimase nelle mani dei veneziani durante la guerra cretese e nel trattato del 16 settembre 1669, con cui Creta si arrendeva ai Turchi, lasciava nelle mani di Venezia Imeri Gramvousa, insieme alle fortezze di Souda e Spinalonga. Questi tre forti difendeva le rotte commerciali veneziane ed erano altresì strategici nell'eventualità di una nuova guerra tra Turchi e Veneziani. Il 6 dicembre 1691, durante la guerra del Peloponneso, il "capitano Grambousa", come fu in seguito chiamato, tradì Venezia e consegnò la fortezza ai Turchi in cambio di una lauta "mancia"; per il resto della sua vita, visse a Costantinopoli.

Allo scoppio della guerra di indipendenza greca, il forte cadde nelle mani degli insorti, ma fu poi ripreso dai Turchi. Nell'estate del 1825 un corpo di 300-400 insorti, guidati da Dimitrios Kallergis ed Emmanouil Antoniadis, catturarono il forte che divenne la loro base.   Gli insorti furono assediati per due anni e, per sopravvivere, dovettero ricorrere alla pirateria.



La Gramvousa vista dall'alto


La Gramvousa vista dal traghetto





All'arrivo del traghetto, si vede in alto la fortezza.













Per le persone di buona volontà inizia la impegnativa salita: ma ne vale la pena!











































































+


















Naturalmente non poteva mancare una piccola chiesa.













La Gramvousa vista dal traghetto alla partenza

BALOS

Tra l'isola di Imera Gramvousa e la costa cretese c'é una laguna, chiamata "laguna di Balos".




 































































Vedere anche:


CRETA - CHANIA', LA VENEZIA DELL'EST


CRETA - RETHYMNO